LOADING...

Impianti Cogenerazione

Foto Impianto Cogenerazione Novare

Impianto Cogenerazione Novare

NOVARE COGENERA

Scopri i 3 vantaggi degli Impianti NOVATEC “Chiavi in mano” – Cogenerazione B2B 2.0

Vantaggio 1: Risparmio a Vita sulla bolletta Enel

Risparmio a Vita sui costi energetici

Con la cogenerazione si sfrutta meglio l’energia primaria. Inoltre la cogenerazione consente la riduzione dei costi di gestione degli impianti di produzione d’energia, limitando le perdite d’impianto, e soprattutto con costi di produzione.

Vantaggio 2: Detrazioni fiscali del 50% sul costo dell’Impianto Fotovoltaico

INCENTIVI PLURIENNALI GSE

La cogenerazione beneficia di semplificazioni amministrative, può sfruttare una parziale defiscalizzazione dell’accisa sul combustibile utilizzato e può accedere allo scambio sul posto (fino a potenze di 200 kW). Viene inoltre incentivato tramite i Certificati Bianchi o Titoli di efficienza energetica (TEE) PER 10 ANNI. Un impianto cogenerativo correttamente dimensionato consente elevati risparmi energetici ed rientro totale dell’investimento intorno a 36-60 mesi!

Vantaggio 3: Installazione Pannelli Solari vicino a Te

Installazione “Chiavi in mano”

Le nostre realizzazioni, appositamente progettate e dimensionate per il soddisfacimento dei tuoi gabbisogni energetici complessivi, sono ALL-IN: dal permitting alla costruzione in partenariato tecnico con la Divisione Specialistica della MAN Italia.

 

« 1 di 2 »

Si definisce Cogenerazione la produzione simultanea in un unico processo di energia termica ed elettrica attraverso l’utilizzo di appositi macchinari che realizzano un ciclo termodinamico per produrre energia elettrica sfruttando i livelli termici più alti, azionando apposite turbine, e cedendo il calore residuo a più bassa temperatura per soddisfare le esigenze termiche.

Schema tipo

Cos'è la Cogenerazione

Si definisce Trigenerazione la produzione simultanea in un unico processo di energia termica, energia frigorifera ed elettrica attraverso l’utilizzo di appositi macchinari, cui si aggiungono gruppi ad assorbimento, che realizzano un ciclo termodinamico per produrre energia elettrica sfruttando i livelli termici più alti, azionando apposite turbine, e cedendo il calore residuo a più bassa temperatura per soddisfare le esigenze termiche e frigorifere (climatizzazione e raffrescamento).

Cos'è la Trigenerazione

Un trigeneratore è “semplicemente” un impianto di cogenerazione, a cui viene abbinata una macchina frigorifera, per produrre freddo sotto forma di acqua refrigerata, per il condizionamento degli edifici o per usi industriali. Rispetto alla sola produzione di calore ed elettricità, la trigenerazione consente di sfruttare pienamente le potenzialità dell’impianto anche in estate, quando viene meno l’esigenza di riscaldamento.

  • Economici
    con la cogenerazione si sfrutta meglio l’energia primaria. Inoltre la cogenerazione consente la riduzione dei costi di gestione degli impianti di produzione d’energia, limitando le perdite d’impianto, e soprattutto con costi di produzione altamente competitivi, a partire dalle fasce orarie tariffarie a maggior costo elettrico unitario.
  • Finanziari
    la cogenerazione beneficia di semplificazioni amministrative, può sfruttare una parziale defiscalizzazione dell’accisa sul combustibile utilizzato e può accedere allo scambio sul posto (fino a potenze di 200 kW). Viene inoltre incentivato tramite i Certificati Bianchi o Titoli di efficienza energetica (TEE). Un impianto cogenerativo correttamente dimensionato consente elevati risparmi energetici ed rientro totale dell’investimento intorno ai 36-60 mesi.
  • Operativi e tecnologici
    riduzione del rischio operativo e disponibilità in autoproduzione di energia.
  • Ambientali
    la riduzione dell’utilizzo percentuale di combustibili fossili per esigenze di riscaldamento e la diminuzione dell’emissioni di CO2.
  • Salvaguardia delle risorse
    la cogenerazione consente un utilizzo più efficiente delle risorse energetiche tradizionali, riducendo gli sprechi , anche grazie alle minori perdite di trasmissione e distribuzione elettrica conseguente alla localizzazione dell’impianto in prossimità dell’utenza.

I principali benefici che la legislazione attuale riconosce alla Cogenerazione ad Alto Rendimento sono:

  •  la precedenza, nell’ambito del dispacciamento, dell’energia elettrica prodotta da cogenerazione rispetto a quella prodotta da fonti convenzionali;
  • le agevolazioni fiscali sull’accisa del gas metano utilizzato per la cogenerazione;
  • la possibilità di accedere al servizio di Scambio sul Posto dell’energia elettrica prodotta da impianti di Cogenerazione ad Alto Rendimento con potenza nominale fino a 200 kW;
  • la possibilità di applicare condizioni tecnico-economiche semplificate per la connessione alla rete elettrica;
  • la possibilità di ottenere le agevolazioni tariffarie per impianti alimentati a Fonti Energetiche Rinnovabili;
  • la possibilità di incentivazione dell’energia elettrica prodotta in Cogenerazione ad Alto Rendimento, netta e immessa in rete da impianti alimentati a biometano;
  • la possibilità per un impianto termoelettrico non alimentato a fonte rinnovabile, presente all’interno di un sistema semplice di produzione e consumo, di essere considerato in assetto cogenerativo ad alto rendimento per l’anno “n” (requisito necessario per i sistemi di tipo SEU o SEESEU-B) purché l’energia cogenerata dall’unità (ECHP) risulti, per l’anno “n-1”, maggiore del 50% della produzione totale lorda di energia elettrica dell’impianto a cui tale unità appartiene;

Possono accedere al meccanismo dei Certificati Bianchi le unità di cogenerazione riconosciute CAR a consuntivo:

  • entrate in esercizio a seguito di nuova costruzione o rifacimento dopo il 6 marzo 2007, per un periodo di 10 anni solari, a decorrere dal primo gennaio dell’anno successivo all’entrata in esercizio;
  • entrate in esercizio a seguito di nuova costruzione o rifacimento dopo il 6 marzo 2007 e abbinate ad una rete di teleriscaldamento, per un periodo di 15 anni solari a decorrere dal primo gennaio dell’anno successivo all’entrata in esercizio.

Il prezzo di ritiro dei Certificati Bianchi sarà pari a quello vigente alla data di entrata in esercizio dell’unità (o alla data di entrata in vigore del D.M. 05/09/2011 nel caso di unità già in esercizio).


CONTATTACI

Per maggiori informazioni su tutte le opportunità offerte e richiedici la simulazione gratuita del ROI per il tuo impianto.

L'invio della tua richiesta è possibile solo se confermi la presa visione dell'informativa sul trattamento dei dati personali ed esprimi il consenso al loro utilizzo.

 Se vuoi rileggere l'Informativa sul trattamento dei dati personali, clicca QUI